logo bianco 2.png

SCARICA L'APP GRATUITA

0

Alla ricerca dell' IKIGAI

Iki” vuol dire “esistenza” e “gai” è utilizzato per indicare lo “scopo“, possiamo dire che significhi “lo scopo della vita“.

Sono sempre stata una persona curiosa di conoscere nuove culture, diversi modi di pensare ed apprendere costantemente; grazie alla lettura, l'arte e ai viaggi mi sono "contaminata" con realtà molto differenti dalla mia di origine e inglobato in me il senso profondo che volevo dare alla mia vita e finalmente quasi alla soglia dei miei 50 anni (ormai mancano pochi giorni) ho compreso pienamente cosa desidero!

Il cammino verso la consapevolezza è durato tante fasi, in cui non ho potuto scegliere solo e sempre le fasi piacevoli ma ho dovuto accettare e superare anche le fasi più dure, a volte talmente forti da pensare di non riuscire a sormontarle; ma è proprio grazie a quei momenti invece che ho compreso la reale forza dentro di me! Non è cercare di non cadere più, la regola importante, bensì sapere come rialzarsi ogni volta, è li che si nasconde la vera forza; saper accettare le varie fasi, avere paura fa parte del gioco, temere di spingersi oltre ma farlo lo stesso e accettare senza colpevolizzarsi, le scelte che ne conseguono, mi hanno aiutato a diventare la persona che sono oggi.

Sfide, incontri, sogni, fallimenti, riflessioni, viaggi mi hanno portato a vivere pienamente la mia vita, bilanciando dentro di me la profondità con cui affronto il tutto ma allo stesso tempo apprendendo quanto sia importante anche la leggerezza, il tutto confezionato senza filtri e con un costante amore per la vita!

Potrei racchiudere in 4 fasi la mia crescita umana e professionale:

La ribellione

Non sono mai stata una persona remissiva, tutt'altro direi, non hanno avuto vita semplice i miei genitori e soprattutto mia madre, che è diventata tutto il mio mondo, quando a 7 anni mio padre andò via, lasciando in me un grande vuoto..... è solo da circa 10 anni che ho riempito quel limbo ed oggi non mi spaventa più!

La ricerca della felicità

Equivalente per me allo scopo della mia vita e che trasferisco alle persone che amo e che mi hanno scelto come punto di riferimento, la mia famiglia, i miei figli, gli studenti e i collaboratori, in una sola parola "selezione naturale" , ovvero una pulizia profonda delle persone con cui vuoi continuare a contaminarti!

L'amore

Valore assoluto che diventa risposta universale, solo quando sei in grado di non attribuire ad esso solo un senso piacevole, leggero e gioviale ma quando invece ne conosci tutti gli stadi, anche quelli più dolorosi!

La scoperta

del mondo, di te stesso e degli altri come motore continuo che ti spinge a vivere pienamente!


#givelovefirst racchiude il tutto appena descritto ed è per questo che l'ho scelto come pay off e hashtag della mia vita e della mia azienda di make-up!

La ricerca dell' Ikigai è dunque la conseguenza delle tue scelte, dell'aver identificato a cosa non potresti fare a meno, dei tuoi valori, che ti conduce ad un forte senso di appartenenza non contaminato dalle scelte imposte dagli altri e che si traduce in 4 elementi:

  • ciò che ami fare

  • ciò in cui sei bravo

  • ciò che può apportare un cambiamento positivo al mondo

  • ciò con cui puoi guadagnarti da vivere.

Per me il mondo del Make-Up. Non potrei vivere senza i miei pennelli, gli shooting, le modelle, i fotografi, le sfilate, i viaggi e gli eventi che mi hanno arricchito e che ancora oggi, dopo quasi 30 anni di carriera, riescono a portare felicità nel mio cuore allontanando da me quei momenti in cui ognuno di noi si sente investito di preoccupazione, senso di smarrimento e nei casi più gravi malattia e isolamento.


Vi consiglio la lettura di uno degli ultimi libri che ho letto , in cui mi sono profondamente riconosciuta e da cui ho tratto questa immagine: LE COORDINATE DELLA FELICITA' di Gianluca Gotto, edito da Mondadori.

Concludo il mio articolo di febbraio con alcuni spunti tratti dal suo libro:

Trova il tuo Ikigai e troverai la tua felicità!

Ovviamente ognuno di noi ha un proprio Ikigai, che si trova intersecando quelle quattro aree menzionate in precedenza. Se per lui è la scrittura, per altre persone è qualcosa di completamente diverso.

Da piccola facevo tanti esperimenti sulle mie bambole, poi sono diventate le compagne di scuola e infine le modelle, le attrici e le donne in genere che in me si affidano per un cambio look, per conoscersi meglio o per il giorno del loro matrimonio.Toglimi i pennelli e sarò infelice! Nello specifico, il mio Ikigai è truccare:

truccare è ciò che mi piace, è ciò che so fare, mi consente di trasformare e abbellire, di rendere immortale il momento della creazione e di aiutare altre persone (effetto positivo sul mondo) e infine è il mio lavoro (ciò con cui continuo a guadagnarmi da vivere.).

Puoi trovare l’Ikigai diventando un insegnante se ami stare con i bambini/ragazzi, sei un ottimo educatore, vuoi crescere individui consapevoli che un domani aiuteranno il prossimo e infine vieni pagato per svolgere questa professione. Puoi trovare il tuo Ikigai in qualunque campo della vita e puoi trovarlo solo tu: non ci sono ricette o manuali, lo scoprirai attraverso un po’ di introspezione e tempo da dedicare solo a te stesso/a.

Se vuoi trovare lo scopo della tua vita, il tuo motivo di esistere, trova un punto in comune tra ciò che ami, ciò che sai fare bene, ciò che serve al mondo e ciò per cui potresti farti pagare. Te lo assicuro: proprio come è successo a me, così troverai le coordinate della tua felicità.

Valeria Orlando


54 visualizzazioni0 commenti
  • Twitter Icon sociale
  • Vimeo Icona sociale
  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • LinkedIn Icona sociale

© 2020 by New Digital App Snc